Ciao a tutte!

Oggi voglio parlavi dei viaggi in gravidanza. Ho conosciuto molte ragazze che per paura o ansie hanno preferito non viaggiare per lunghe distanze o addirittura evitare di viaggiare.

Dopo aver chiesto consulenze varie ho capito che l’unico limite al viaggio, per una gravidanza fisiologica, cioè che non presenta problemi, è la nostra mente. Chiaramente è opportuno evitare di viaggiare per lunghe distanze i primi tre mesi e gli ultimi due, ma per il resto la gravidanza non è una malattia!

L’arrivo di un bimbo toglierà molto spazio al nostro tempo libero e limiterà la nostra mobilità, quindi per mia esperienza viaggiare è assolutamente consigliato, in mancanza di controindicazioni. Godersi gli ultimi momenti “di solitudine” è fondamentale.

Certo un figlio non è un limite, ma perché non godersi i mesi di gravidanza e approfittare di viaggiare per lavoro e per piacere?

Ho scoperto di essere incinta ad inizio marzo, una gravidanza inaspettata a cui sono susseguite molte peripezie che un giorno vi racconterò. Ad aprile sono volata a Montreal per una fiera aeronautica, a maggio sono volata in Giappone per il G20 dei giovani imprenditori, ad agosto mi sono rilassata sulle spiagge di Formentera e non ho mai smesso di viaggiare fra la Puglia e la Lombardia, e sapete cosa? Sono stata benissimo, non solo fisicamente ma anche psicologicamente, mi piace pensare che la mia piccola abbia sentito l’adrenalina e l’emozione che viaggiare e conoscere posti nuovi mi regala.

Voi avete viaggiato in gravidanza?

Romina

G20 – Japan
G20 – Japan

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Può conoscere i dettagli consultando la nostra cookie policy.

Add to cart